Annunciata chiusura della redazione bolognese di Stadio, appello all’editore di Merola e Bonaccini

E’ arrivata la notizia sulla chiusura della redazione bolognese del “Corriere dello Sport-Stadio”. La decisione, assunta dall’editore della storica testata sportiva, già mobilita le Istituzioni, a cui si sono rivolti i tre soli giornalisti impegnati sotto le Due Torri che ora si dovranno trasferire a Roma.

“La vostra lettera mi addolora e mi preoccupa come sindaco e come bolognese”, scrive il sindaco Virginio Merola sul suo blog, invitando l’azienda “a rivedere i suoi piani”. Il Comune di Bologna, sottolinea il sindaco, “non può assistere in silenzio alla perdita di un pezzo di storia della nostra città e alla chiusura di una redazione che dà lavoro a giornalisti, impiegati, maestranze. In altre occasioni simili abbiamo aiutato la ricerca di una soluzione positiva convocando le parti. Se l’editore si renderà disponibile, il Comune è pronto a fare la sua parte”.
Interviene anche il presidente della Regione Stefano Bonaccini. “E’ importante che ‘Il Corriere dello Sport – Stadio’ mantenga le sue radici a Bologna e in Emilia-Romagna”, auspica Bonaccini. “Occorre ricordare che parte integrante del giornale è ‘Stadio’, testata storica del giornalismo sportivo emiliano-romagnolo, estremamente radicata nel territorio. E proprio il racconto dello sport regionale, dalle categorie amatoriali a quello professionistico, è bene non perda una voce così importante e carica di suggestioni”.

 

 

Potrebbero interessarti anche...